Risorse ProfessionaliRisorse Professionali

Per le Imprese e i Liberi Professionisti

formats

Contributi Agricoli INPS per il 2012

Con circolare nr. 75 del 25 maggio, l’INPS ha fissato i nuovi importi per i contributi previdenziali dei coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali.

La contribuzione dovuta è determinata, ai sensi dell’art. 7 della Legge 233/90, moltiplicando il reddito medio convenzionale – stabilito annualmente con Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sulla base della media delle retribuzioni medie giornaliere degli operai agricoli – per il numero di giornate lavorative, in corrispondenza della fascia di reddito convenzionale in cui è inserita l’azienda e applicando al risultato le relative aliquote percentuali.

Con decreto del Direttore Generale per le Politiche Previdenziali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stato determinato il reddito medio convenzionale, per l’anno 2012, in 52,45 euro.

Le aliquote da applicare al suddetto reddito sono state rideterminate dal Decreto Legge 201/2011 convertito in Legge 214/2011 che all’art. 24, comma 23 prevede che, a partire dal 1° gennaio 2012, le aliquote contributive pensionistiche di finanziamento e di computo dei lavoratori coltivatori diretti, mezzadri e coloni iscritti alla relativa gestione autonoma dell’INPS.

Rimangono invece immutate, rispetto a quelle degli anni precedenti, le aliquote da applicarsi agli Imprenditori Agricoli Professionali, per i quali l’aumento di aliquota partirà dal 2013.

Pertanto per l’anno 2012 le aliquote da applicare ai coltivatori diretti, mezzadri, coloni e rispettivi concedenti comprensive del contributo addizionale del 2%, sono le seguenti:  21,60% (ridotta a 19,40% per i soggetti di età inferiore a 21 anni) per la generalità delle imprese, 18,70% (ridotta a 15,00% per i soggetti di età inferiore ai 21 anni) per le imprese ubicate in territori montani o in zone svantaggiate.

Mentre le aliquote da applicare agli Imprenditori Agricoli Professionali per l’anno 2012, comprensive del contributo addizionale del 2%, previsto dall’art.12, ultimo comma, della legge 2 agosto 1990, n. 233,sono le seguenti:


per i maggiori di 21 anni: 20,30% (per le zone normali), 17,30% (per i territori montani e le zone svantaggiate);

per i minori di 21 anni: 17,80% (per le zone normali), 12,80% (per i territori montani e le zone svantaggiate).

Si precisa, inoltre, che l’importo del contributo addizionale, di cui al comma 1, art. 17 della legge 3 giugno 1975, n. 160, per effetto del meccanismo di adeguamento periodico previsto dall’art. 22 della stessa legge, è pari, per l’anno 2012, a 0,63 euro a giornata.

Anche per l’anno 2012 il contributo annuo, dovuto ai fini della copertura degli oneri derivanti dall’erogazione dell’indennità giornaliera di gravidanza e puerperio, è fissato nella misura di 7,49 euro, ai sensi dell’articolo 49 della legge 23 dicembre 1999, n. 488.

Tale contributo è dovuto, ai sensi dell’art. 6 della legge 29 dicembre 1987, n. 546 per ciascuna unità attiva iscritta nella Gestione speciale dei coltivatori diretti, mezzadri e coloni e, ai sensi dell’articolo 66 del D. Lgs. 26 marzo 2001, n. 151 (T.U. sulla maternità) per gli imprenditori agricoli professionali.

Il contributo di cui all’art. 4 della legge 27 dicembre 1973, n. 852, dovuto per l’assicurazione INAIL contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dai coltivatori diretti, mezzadri e coloni, per l’anno 2012 resta fissato nella misura annua di: 768,50 euro (per le zone normali), 532,18 euro (per i territori montani e le zone svantaggiate).

La riscossione avverrà tramite l’invio agli interessati di comunicazione dell’importo da versare in quattro rate tramite modello F24 presso qualsiasi Istituto di Credito o Ufficio Postale. In Allegato le tabelle INPS contributi agricoltura 2012 a seconda dei soggetti obbligati.


1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (5) voti, media: 5,00

Articolo pubblicato in data: 5 giugno 2012
Archiviato in: Economia -

Autore

Commercialista e Revisore contabile in Lecce, CTU e Curatore Fallimentare presso il Tribunale di Lecce, Consulente e Formatore in Strategia Programmazione e Controllo. Google +






Altri Articoli che Potrebbero Interessarti:

    Contributi INPS: Aumentano per Artigiani Commercianti e Gestione Separata

    Finanziamenti per l’Agricoltura in Sardegna: Indennità Compensative nelle Zone Svantaggiate

    Finanziamenti Campania: Indennità a Favore degli Agricoltori di Zone Caratterizzate da Svantaggi Naturali

    Fondo Perduto in Puglia per l’Ammodernamento delle Aziende Agricole

    Puglia: Contributi Indennità Natura 2000 e Connesse alla Direttiva 2000/60/CE

    Assegno Sociale: Valido Anche per gli Stranieri

    Assegno Sociale per il 2012

Articoli precedente e Successivo

« « TARSU e Aumento Tariffario Immotivato | IRAP in Base al Bilancio: Opzione Entro il 29 Febbraio » »


 


Disclaimer - P. Iva: 03737150759